Edison Pulse Competition 2015, il concorso che premia le migliori startup innovative!

Senza titolo-1

Il 2 aprile è partita la Edison Pulse Competition 2015, il concorso dedicato alle start up, ai centri di ricerca e alle organizzazioni non profit e noi abbiamo deciso di tentare ancora una volta la sorte e partecipare.

La competizione ha l’obiettivo di individuare i migliori progetti all’interno delle due categorie in concorso: per la categoria Energia, saranno premiati i progetti che favoriscono l’accesso e l’utilizzo di energia sostenibile in quei territori che ancora non ne beneficiano, mentre per la categoria Sviluppo del Territorio, si punta ad individuare le migliori idee per ottimizzare l’impatto ambientale e socio-culturale sul territorio dei processi della filiera energetica, ovvero delle attività di produzione, stoccaggio e consumo dell’energia.

sociale

I progetti in gara, consultabili esclusivamente on line sul sito www.edisonpulse.it, saranno giudicati da una giuria composta da esperti di Edison e da professori universitari.

Un ruolo importante viene affidato anche a voi, amici e supporter che ci seguite: il concorso prevede infatti che il pubblico – destinatario finale dei progetti presentati – possa alla scelta dei vincitori. Sarà la capacità dei singoli progetti di coinvolgere la community online, misurata con i con i “Mi piace” ricevuti dagli utenti sulla piattaforma o attraverso la condivisione dei progetti sui principali social network, a costituire uno degli elementi di selezione delle proposte vincitrici.

Tutti i progetti caricati sulla piattaforma Edison potranno essere votati, condivisi e valutati proprio da voi con un semplice clic su “aumenta energia” o “vota“!

Vota qui
Vota qui

Avete tempo fino al 30 aprile per supportarci! Sono solo due giorni, ma confidiamo nella vostra forza e nell’affetto con il quale da sempre ci seguite e ci sostenete. Insieme riusciremo a vincere a cavarcela anche questa volta!

Tra giugno e luglio i finalisti seguiranno un programma per l’ottimizzazione delle proposte e il 18 novembre 2015 verranno proclamati i vincitori. Le migliori iniziative di ogni categoria verranno finanziate da Edison con 100.000 euro, per un totale di 200.000 euro.

Per facilitare lo sviluppo dei progetti, inoltre, Edison offrirà ai finalisti e ai vincitori un’attività di consulenza da parte di un team dedicato di manager della società, professionisti del mondo accademico e rappresentanti delle istituzioni. Grazie alla collaborazione tra Università, finanziatori, ricercatori, esperti e ingegneri, Edison s’impegna a seguire le start up vincitrici lungo tutto il percorso che conduce dall’idea alla creazione dell’azienda vera e propria, bypassando così i mille problemi burocratici, contro i quali spesso i giovani devono fare i conti nel momento in cui decidono di avviare una nuova attività.

Perché “non basta il denaro e non si può fare tutto da soli per far nascere un’impresa, ma è il coaching che fa la differenza” – come ha sottolineato nel corso della presentazione, Andrea Prandi, il direttore delle relazioni esterne e della comunicazione di Edison. “Grazie a questo premio, possiamo vedere e toccare con mano l’innovazione che l’Italia è in grado di esprimere – dichiara Andrea Prandi, direttore relazioni esterne e comunicazione di Edison. Il nostro sostegno alle nuove forme di imprenditorialità del Paese e alla ricerca vuole essere un contributo al cambiamento in termini economici, ma non solo. Edison – continua Prandi – vuole soprattutto promuovere una nuova logica di progettazione a valore condiviso e mettere le proprie competenze a disposizione delle nuove idee”. Innovazione, fattibilità, eco-sostenibilità, impatto socio culturale nonché una forte ricaduta sul territorio: sono queste le caratteristiche ricercate nei progetti che saranno premiati quest’anno.

winners

L’iniziativa fa seguito al successo ottenuto con il premio Edison Start promosso lo scorso anno, che con ben 841 progetti presentati, 60.000 voti della community online, 4 milioni di visualizzazioni, 26.000 condivisioni di contenuti via web, ha registrato una significativa partecipazione. La competition del 2014 fu vera gloria per i siciliani: fra 900 aziende, la giuria ne scelse 30 e le tre start-up vincitrici parlavano tutte siciliano: la catanese Park Smart e le palermitane GreenRail e Fiori di Campo. Questi progetti, nati in Sicilia e sviluppatisi in Italia, sono già arrivati a imporsi anche in Europa, dimostrando come a vincere non sia stato il pitch migliore o l’approccio più coinvolgente, ma il progetto nella sua genuinità.

Nel 2015 Edison intende continuare a sostenere i pionieri del cambiamento e dell’innovazione e promuovere così lo sviluppo imprenditoriale e sociale sul territorio italiano. Ed è proprio dal territorio che Edison è partito per diffondere il concorso, facendo tappa nelle principali Università italiane, veri e propri vivai di idee, coinvolti così in prima battuta nello sviluppo di un nuovo modello di innovazione, un’innovazione aperta, che grazie agli strumenti offerti dalle Università, viaggia verso il futuro grazie al sostegno di imprenditori e grandi aziende.

partecipate

Tra le varie tappe, lo scorso 5 marzo, il Pulse Day è approdato anche a Catania, dove, con il supporto di ItaliaCamp, i migliori progetti dell’ateneo hanno avuto modo di incontrare manager, accademici ed esperti Edison a Palazzo Fortuna, con il duplice obiettivo di illustrare da un lato il contest e le relative modalità di partecipazione e premiazione, e dall’altro quello di valorizzare le migliori best practice del sud Italia, un vero e proprio vivaio di idee.

“Bisogna velocizzare i tempi dell’innovazione – ha sottolineato Giacomo Pignataro, rettore dell’Università di Catania. L’Università deve rappresentare sempre più, una grande opportunità per i nostri giovani e questo tipo di partnership è uno strumento vincente per accogliere e dare spazio a queste idee innovative”.

citazione pulse

All’incontro, svoltosi in modalità barcamp, abbiamo partecipato anche noi, raccontando la nostra idea e l’importanza che il territorio ha sempre avuto nel nostro progetto. Crediamo che il valore di un’azienda si misuri con le ricadute positive che essa riesce a generare nel proprio territorio, e che pensare quindi alla propria impresa come al vero e proprio motore per lo sviluppo del territorio, sia la strada da percorrere.

Per questo motivo abbiamo partecipato al concorso Edison candidandoci nella categoria Sviluppo del Territorio: crediamo che il nostro progetto per il reimpiego del sottoprodotto dell’industria agrumicola possa contribuire a generare un cambiamento positivo sul nostro territorio, in termini di impatto delle produzioni e sostenibilità ambientale, riuscendo a trasformare il problema dello smaltimento del pastazzo d’agrumi in una risorsa per l’intera economia siciliana e italiana.

C’è tempo fino a domani per sostenere il nostro progetto per l’Edison Pulse Competition! Votate adesso su http://www.edisonpulse.it/idee/orange-fiber

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(http://www.bardscollective.com/dev/of/wp-content/uploads/2017/04/4.png);background-size: cover;background-position: center center;background-attachment: scroll;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 620px;}